Archive for Ducati

Ducati café!

Apprendo con un “leggero” ritardo che è stato inaugurato il primo Ducati Café. Unico neo: è nella capitale! -.-

Se non fosse leggermente fuori mano e leggermente scomodo farsi 700 Km non sarebbe una cattiva idea farci un saltino, magari previo acquisto di una rossa di Borgo Panigale! 🙂

Lascia un commento

Montegi

Purtroppo non è andata come l’anno scorso

E adesso si dia il via alle solite “pacate e modeste” dichiarazioni del sig. Rossi (leggete il primo link)…  –.–

Lascia un commento

Estoril

L’ennesima gara da dimenticare per quest’anno! Decisamente (troppo) poco competitivi. Certo un sesto posto non è da gettare completamente via.. Son comunque punti importanti! Quello che però mi lascia basito è proprio l’acquisto di quest’anno… 

Continua a convincermi sempre meno questo Melandri… Non ci siamo decisamente!

Aggiornando la classifica abbiamo, in testa al mondiale, a paripunti Pedrosa e Lorenzo con 61 punti, a seguire Rossi con 47 e dietro Stoner con 40. Nulla è perso ma il distacco inizia a farsi serio perlomeno!

Quasi identica la classifica costruttori che vede la Ducati sul gradino più basso del podio con 40 punti, preceduta dalla Honda con 61 e, per il momento, in testa la Yamaha con 65. Nient’altro da aggiungere…

Forza ragazzi, ci rifaremo a Shanghai! 🙂

Lascia un commento

Jerez

Per quanti di voi stanno pensando “Eh questo qui parla di MotoGP solo quando vincono le Ducati…” rispondo con questo post (fondamentalmente inutile). Non ne ho parlato prima in quanto purtroppo mi son perso la diretta della gara e non son riuscito a vederla nemmeno in differita. Ecco perché non ne ho parlato!

L’unica cosa che posso commentare sono i risultati: deludenti!

Riporto qui il commento di Livio Suppo (Ducati MotoGP Project Leader) preso direttamente sul sito Ducati

È stata una giornata piuttosto sfortunata per Casey che con la prima uscita di pista ha condizionato tutta la sua gara. Quando è rientrato ha girato molto veloce ed ha fatto una grande rimonta. Il contatto con Nakano gli ha tolto la possibilità di provare a riagguantare il quinto posto, un risultato comunque alla sua portata in una pista decisamente non favorevole al nostro “pacchetto”. E’ stato un vero peccato ma è solo la seconda gara e ci può stare. Ha dimostrato comunque di essere un combattente, uno che non molla mai. Marco, come in Qatar, nella seconda metà della gara ha girato su tempi simili a quelli del secondo gruppo, quindi dobbiamo capire perché fatica così tanto all’inizio e in prova. Domani abbiamo un giorno di test e lavoreremo per cercare di aiutarlo e per risolvere le difficoltà che abbiamo incontrato su questa pista.

Dando uno sguardo alla classifica piloti abbiamo che Stoner è solo in posizione con 30 punti tondi. Lo precede Rossi con 31, Lorenzo con 36 e, in vetta al mondiale, Pedrosa con 41 punti. 

Dopotutto questa situazione non mi dispiace…: c’è più gusto a vincere una sfida quanto più è impegnativa questa sfida! Non trovate? 🙂 

Lascia un commento

Al mio segnale, scatenate l’inferno!

Prendo in prestito il fantastico motto del grande Massimo (Mas – si – mo Mas – si – mo!), successivamente trasformata nel cavallo di battaglia di Guido Meda. Si inizia in maniera del tutto insolita per due motivi: a) la prima gara si svolge in notturna in quel del Qatar e b) Lorenzo (prima gara in MotoGp!) parte davanti a tutti.

Come avevo già detto tempo fa,  quest’anno abbiamo perso un grande pilota: Loris Capirossi ha abbandonato il lido Ducati per entrar nella scuderia Suzuki. Il suo posto è stato colmato da Marco Melandri che, a dirla tutta, non mi ha mai (personalmente) entusiasmato granché. Spero di sbagliarmi, d’altronde anche l’anno scorso non ero entusiasta di Stoner, ma poi sappiamo tutti come è andata a finire 🙂

Sono molto di parte e quindi posso solo dire: “Go Stoner, go!” Vedremo se il tempo mi darà ragione! :-p

Lascia un commento

Citazione

Jordan si avvicinò alla moto e iniziò a sfilare la copertura. Apparve la sagoma rossa e lucida della sua Ducati 999.

Nonostante l’abitudine, non riusciva a sottrarsi al suo fascino. Quella era una moto che si amava per le sue prestazioni ma ancor di più per le sue forme. Per chi sceglieva la moto come mezzo di trasporto, una Ducati aveva un appeal particolare.

[Giorgio Faletti – Niente di vero tranne gli occhi]

Foto originale

Lascia un commento

Piccolo colpo al cuore…

… Vedere IL Loris non più nell’uniforme da ducatista, ma con un’anonima tuta della Suzuki. Una grande perdita per tutti i tifosi della rossa di Borgo Panigale!

Aspettiamo di vedere in azione Melandri prima di vedere da che parte pende il piatto della bilancia; quello che è certo è che dobbiamo esser grati al grande Capirossi, anche se dall’anno prossimo non mi esalterò per le sue gesta! 😀


Immagine originale

Comments (1)

Older Posts »